Le fratture dentali

27 novembre 2015

Curare un dente rotto a Torino

Le cause delle fratture dentali possono essere le più disparate: attività sportiva che non richieda l’utilizzo del paradenti, il digrignamento, i repentini sbalzi termici nella bocca, la masticazione di cibi estremamente duri, oppure la presenza di grosse otturazioni.

Spesso si verificano delle microfratture, quando si praticano attività ludico/sportive che portano o al contatto fisico o in cui le cadute possono essere frequenti; non tutte le fratture sono necessariamente trattabili, ma spesso bisogna intervenire repentinamente prima che queste si estendano maggiormente.

E’ bene valutare sempre la porzione di dente residuo o la profondità della frattura e di conseguenza la terapia ricostruttiva più consona (conservativa o protesica) qualora ci fossero le condizioni per salvare il dente.
Nel caso in cui questo non sia più recuperabile, bisognerà procedere con l’estrazione dentale.

In ogni caso, dopo ogni trauma è necessario eseguire dei test di vitalità sui denti interessati e sui denti vicini; test ripetibili anche a distanza di mesi, in quanto esiste la possibilità che il nervo abbia subito delle lesioni e che queste si manifestino dopo un certo periodo. All’esito negativo del test di vitalità si interviene con una terapia canalare (devitalizzazione), prima che la morte del nervo porti alla formazione di un granuloma, per la cui cura o asportazione si dovrà necessariamente ricorrere a tecniche molto più invasive.

(fonte http://www.dentisti-italia.it/dentista/odontoiatria/940_fratture-dentali.html)

Condividi
Posted in Blog by StudioDentistico | Tags: ,

Lascia un commento