Traumi dentali in dentizione permanente

11 gennaio 2016

Il trauma dentale e le lesioni sport-correlate

Dai dati della letteratura scientifica, tra i 9 e i 10 anni di età si registra il maggior numero di traumi dentali ovvero quando le attività ricreative o sportive diventano più frequenti. Alcuni studi hanno dimostrato un’incidenza che oscilla tra 1.3 e 4% in ragazzi di età fino ai 18 anni e di 0,4% negli adulti.

Recentemente, un’analisi del Dipartimento di Salute e Servizi Umani degli Stati Uniti ha indicato che circa il 33% di tutti gli episodi di trauma dentale e il 19% delle lesioni al distretto testa collo sono sport-correlate.
La federazione Dentale internazionale, ha catalogato gli sport in due categorie in base al rischio di produrre traumi dentali: sport ad alto rischio (come il football americano, hockey, hockey su ghiaccio, lacrosse, sport marziali, rugby, pattinaggio in linea, skateboard e mountain bike) e sport medio rischio (come il basket, calcio, pallamano, immersioni, squash, ginnastica, paracadutismo e pallanuoto).
Vengono quindi tipicamente considerati come sport ad alto rischio, gli sport di squadra in cui il “contatto” tra i giocatori è permesso o in cui viene usato un pallone, disco o una mazza, ma anche alcuni sport individuali dove è richiesto un buon equilibrio. Vengono invece considerate a medio rischio quelle attività sportive in cui il contatto di massima tra i giocatori non è consentito, ma è alto il rischio di contatto o di caduta.
A causa delle differenze nei metodi e definizioni, è difficile fare paragoni sia tra paesi che tra sport diversi. In generale, tuttavia, la presenza di traumi tra gli atleti è elevata e alcune valutazioni possono essere fatte. Il rugby, per esempio, ha un tasso molto elevato di traumi in regione dento facciale.
Quando si tratta di calcio, considerato come il nostro sport nazionale, sono stati riportati notevoli variazioni di rischio. In Europa e nel Medio Oriente i tassi di traumi sembrano essere più bassi di quelli in Asia, Nord e Sud America.
Un fattore molto importante nella prevenzione di traumi, risulta quindi l’abitudine all’utilizzo di dispositivi di protezione, obbligatori in alcune tipologie di sport, in particolare quelle nelle quali si prevede un “contatto”. Tali dispositivi dovranno essere realizzati seguendo specifici criteri sia per quanto riguarda i materiali di produzione, sia per quanto riguarda l’assenza di traumatismo sia sui denti che sulle gengive. Rivolgetevi sempre al vostro specialista, che saprà consigliarvi l’apparecchiatura idonea per la protezione del vostro sorriso.

 

Condividi
Posted in Blog by StudioDentistico | Tags: , ,

Lascia un commento